Farmacie a Gioia del Colle

Aprile 1, 2022 by  
Filed under Storia

Farmacia Favale in Corso Cavour

Nell’Apprezzo della Terra di Gioia, stilata dal tabulario Federico Pinto nel 1611 si legge che nel nostro paese c’era uno speziale di medicina, cioè un farmacista. Nell’Apprezzo della Terra di Gioia stilato dall’architetto e tabulario Honofrio Tangho nel 1640 si riporta che nel nostro paese c’erano tre dottori, un medico Fisico e uno speziale, ossia un farmacista.

Nel 1848 i contadini gioiesi, tumultuando, invitano il farmacista Francesco Favale a battere il tamburo per riunire la Guardia Nazionale e andare con essa in campagna per procedere alla divisione delle terre demaniali.

Nel 1850 Gioia contava circa 15 mila abitanti ed aveva una farmacia, quella di Donato Iacobellis.

Il 5 settembre 1852, poiché il nostro Comune contava circa 15 mila abitanti, Decurionato esamina la richiesta di apertura di una farmacia, essendo insufficiente l’unica funzionante a Gioia, quella di Donato Iacobellis. Read more

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.