Voli delle Aquile al Castello

4 settembre 2007, Castello Normanno Svevo, Gioia del Colle, ore 21.00 VOLI DELLE AQUILE SKENE' di Patrizia Ruocco in collaborazione con l'Associazione Terrae. Coreografie di Patrizia Ruocco.  Albania, paese delle aquile, di sogni e speranze. Una, in particolare: l'apertura al mondo, per troppo tempo negata. Albania, "terra di confine", linea tesa tra occidente e oriente, […]

Print Friendly

bandiera_albania4 settembre 2007, Castello Normanno Svevo, Gioia del Colle, ore 21.00

VOLI DELLE AQUILE

SKENE' di Patrizia Ruocco in collaborazione con l'Associazione Terrae.

Coreografie di Patrizia Ruocco. 

Albania, paese delle aquile, di sogni e speranze. Una, in particolare: l'apertura al mondo, per troppo tempo negata.

Albania, "terra di confine", linea tesa tra occidente e oriente, due realtà che hanno convissuto, senza assumere definitivamente i connotati culturali di ciascuna. Per questo, forse, è sempre stata vista con sospetto, risultando non completamente decifrabile alle logiche del tempo e della storia.

Gli anni bui del regime di Enver Hoxha hanno poi accresciuto le diffidenze e chiuso l'Albania allo sviluppo economico, sociale e culturale allontanandola dall'Europa.

Voli delle Aquile ‘immagina' un percorso a ritroso nella storia, mette in scena la cultura del Mito. Quello dell'ultima ferita all'Albania. Quello falso e degenerativo della modernizzazione che consuma, disgrega, distrugge. Quello del denaro che genera individualismo, separazione, rassegnazione, vuoto.

Racconta uno spaccato del ruolo e della condizione femminile attraverso le diverse fasi politiche.

Voli delle Aquile è un appello all'energia, alla dignità, alla consapevolezza perché un popolo di natura accogliente ed ospitale, quale quello albanese, si riappropri del passato, delle proprie radici, della propria identità per costruire il cambiamento senza subirlo. Perché la ‘povertà' della cultura contemporanea non diventi unicamente cultura della povertà.

con Chiara Acampora – Paola Guercia – Alessandra Lofiego – Marta Nicolì – Patrizia Rucco – Emanuele Rucco – Federica Siciliano – Simona Solombrino – Giusi Stanca – Stefania Traficante

musica Goran Bregovic – Opa Cupa – Cesare Dell'Anna – Boris Kovac – Paki Zennaro

testi liberamente tratti da  "Io… donna… immigrata… Volere Dire Scrivere" di Valentina Acava Mmaka, EMI 2004

light design
Sylvio Dufrayer

costumi
Celeste Corona
Giulietta Stefanizzi

effetti sonori ed editing
Studio Mixar

immagini tratte da
"L'Albania dal Duce a Prodi" di Nicola Caracciolo, 1997
 

Print Friendly

2 settembre 2007

  • Scuola di Politica

Inserisci qui il tuo Commento

Fai conoscere alla comunità la tua opinione per il post appena letto...

Per inserire un nuovo commento devi effettuare il Connettiti

- Attenzione : Per inserire commenti devi necessariamente essere registrato, se non lo sei la procedura di LOGIN ti consente di poter effettuare la registrazione istantanea.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.