IVREALPI, Le Alpi viste dall’Eporediese – del gioiese Matteo Antonicelli

E' un'intelligente intuizione progettuale l'avere raccolto in quest'opera tutte le cime che sono visibili dal cuore dell'Anfiteatro Morenico d'Ivrea. Il testo ha il pregio di valorizzare Ivrea, l'Eporediese e il Canavese, accompagnando il lettore attraverso interessanti itinerari, talvolta sconosciuti al grande pubblico, nonostante la loro vicinanza. Il lavoro svolto dall'autore è notevole non solo per […]

Print Friendly

IVREALPI, Le Alpi viste dall’Eporediese - del gioiese Matteo AntonicelliE' un'intelligente intuizione progettuale l'avere raccolto in quest'opera tutte le cime che sono visibili dal cuore dell'Anfiteatro Morenico d'Ivrea. Il testo ha il pregio di valorizzare Ivrea, l'Eporediese e il Canavese, accompagnando il lettore attraverso interessanti itinerari, talvolta sconosciuti al grande pubblico, nonostante la loro vicinanza.

Il lavoro svolto dall'autore è notevole non solo per la chiarezza espositiva e la completezza della ricerca ma anche per il metodo rigoroso e la precisione nella descrizione dei percorsi: un manuale agevole ed affidabile per chiunque ha voglia di spingersi alla scoperta del territorio montano.

La pagina chiave di questa originale guida escursionistica è al numero 150. Vi è infatti una foto con Ivrea e una panoramica delle montagne che la circondano.

Questa immagine è il motivo ispiratore del volume di Matteo Antonicelli, nato a Gioia del Colle (Bari), canavesano di adozione ed amante della montagna, al punto da conseguire il titolo di Accompagnatore Escursionistico del CAI, sodalizio nel quale ha svolto per un decennio l'attività di coordinatore dell'attività escursionistica per la sezione di Ivrea.

Alla base di un buon prodotto vi è sempre un'idea originale. In questo caso si tratta di fornire le indicazioni per salire in vetta a tutte le cime visibili che circondano il capoluogo del Canavese. Una sfida ed un invito al tempo stesso per quanti (ma non solo per loro) ogni giorno alzano lo sguardo e magari sognano di essere lassù, a godersi una prospettiva rovesciata rispetto alla quotidianità. Così ecco proposti ben 52 itinerari tra Biellese, Valle d'Aosta e Canavese.

L'autore è un Accompagnatore Escursionistico e perciò nel suo libro non poteva mancare un'ampia parte introduttiva legata alla conoscenza della materia montagna: dall'orientamento alla valutazione delle difficoltà tecniche, dall'attrezzatura all'abbigliamento, dalla meteo alla gestione delle emergenze.

Una nota di merito per l'autore è dovuta al fatto di aver percorso tutti gli itinerari. Sembra una cosa ovvia, ma, come ben sanno i frequentatori sia della montagna che delle biblioteche, non lo è affatto: c'è anche chi ha scritto diversi libri di escursionismo senza conoscere direttamente il territorio, incappando in grossolani quanto patetici errori!

Chi si avvia verso l'ingresso della Valle d'Aosta resta di sicuro colpito dal grandioso versante del Monte Rosa, poi solitamente mette la testa sulla strada per meravigliarsi nuovamente all'apparire della fortezza di Bard o della vetta slanciata del Monte Avic, ma quasi nessuno alza gli occhi per osservare le montagne circostanti, non vestite da candidi ghiacciai, né sedi di centri di villeggiatura alla moda o di stazioni invernali a la page.

E' un errore escursionistico, oltre che un'ingiustizia per questi monti capaci di dare tanta, ma proprio tanta soddisfazione all'escursionista in cerca di valloni ancora tranquilli, lontano dal rumore e dagli affollamenti tipici dei paesi rinomati.

Matteo Antonicelli, grande esperto ed appassionato di escursionismo, ha colmato un vuoto importante: scrivere un libro che descrive le escursioni su questi monti, ingiustamente trascurati, ma certamente molto remunerative per chi le intraprende.

L'autore ha percorso integralmente i 52 itinerari che compongono IvreAlpi. Ogni escursione viene descritta con una scheda riassuntiva, che comprende, novità mai vista fin ora, una suddivisione percentuale del tipo di percorso, segue una descrizione analitica molto dettagliata, classificata secondo la suddivisione tradizionale e se l'escursione ha difficoltà progressive, essa viene suddivisa in sezioni separate.

Matteo Antonicelli

IVREALPI, Le Alpi viste dall'Eporediese

52 cime escursionistiche tra Biellese, Valle d'Aosta e Canavese

Leone&Griffa Editore, Biella, 2004, 160 pagine, formato 14x23cm, 140 foto a colori

Matteo AntonicelliMatteo Antonicelli, nato a Gioia del Colle, si è formato alpinisticamente nel Canavese ove risiede. Per un decennio è stato coordinatore dell'attività escursionistica della sezione di Ivrea del CAI ed ha condotto molteplici escursioni in Italia ed all'estero. E' stato tra i primi in Italia a conseguire la qualifica CAI di "Accompagnatore di Escursionismo".

 

Print Friendly

20 novembre 2007

  • Scuola di Politica

Inserisci qui il tuo Commento

Fai conoscere alla comunità la tua opinione per il post appena letto...

Per inserire un nuovo commento devi effettuare il Connettiti

- Attenzione : Per inserire commenti devi necessariamente essere registrato, se non lo sei la procedura di LOGIN ti consente di poter effettuare la registrazione istantanea.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.