L’incontro con Antonella Mascali

Antonella MascaliIl terzo incontro pubblico della Scuola sociopolitica "Un'altra Società" presenta il libro "Lotta Civile" di Antonella Mascali. Un libro che fa parlare i familiari delle vittime di mafia come Giuseppe Fava, Rocco Chinnici, Giuseppe Montana, Libero Grassi, Mauro Rostagno. "Lotta Civile" dà la possibilità ai familiari delle vittime di mafia, di raccontare la solitudine e il dolore durante e dopo le tragedie vissute. Le vittime sono stati i soli e i pochi a difendere contro la mafia i principi di libertà, di democrazia, di una società libera e proprio perché soli,hanno pagato con la vita.

Il 5 novembre abbiamo avuto il piacere di conoscere Antonella Mascoli, siciliana di Catania che scrive della mafia e conosciamo benissimo chi scrive denunciando i mal'affari e le collusioni della mafia a che rischi si sottopone. A un certo punto mi sono chiesto ma, cosa spinge una persona che da ragazzina decide di scrivere di mafia, forse l'incoscienza dell'età, studentessa al ginnasio, l'indole libera, la coscienza democratica. Sembra quasi che la terra che genera il male, genera gli stessi anticorpi per combatterlo. Sicuramente avrà influito come diceva un grande: i geni ereditari e l'ambiente in cui è cresciuta, e dove è cresciuta Antonella Mascoli?

Queste sono le sue parole: "Grazie anche alla mia famiglia ai miei genitori che mi hanno insegnato dei principi sani le cose fondamentali, anche quelle che possono sembrare insignificanti. Mio padre mi diceva sempre:- arriva la bolletta della luce valla a pagare subito, se ci si deve mettere il casco sulla moto lo dobbiamo mettere -, sembra una sciocchezza, il messaggio è che se non si fanno queste piccole cose si tende a non rispettare le cose più grandi".

Sicuramente avrà influito l'ambiente scolastico Read more