La biblioteca comunale ” Don Vincenzo Angelillo “

novembre 15, 2010 by  
Filed under Storia

In passato, quando Gioia e il resto del Sud erano governati dai Borboni, i sovrani non trascurarono

SONY DSC

SONY DSC

l'istituzione di nuove biblioteche e soprattutto lo sviluppo della Biblioteca della Regia Università di Napoli.

Essi sollecitarono altresì  la realizzazione di significativi lavori catalografici e inventariali nella Reale Biblioteca. Tale biblioteca fu  donata alla città di Napoli da Carlo di Borbone allorquando nel 1734 si insediò sul trono di Napoli.

Nel gennaio 1736 il re dispose il trasferimento da Parma a Napoli della prestigiosa biblioteca di Casa Farnese, ereditata per successione materna.

I Borboni emanarono anche disposizioni che prevedevano l’obbligo dell’istituzione di biblioteche pubbliche nei vari Comuni del Regno e predisposero notevoli investimenti per la costituzione di biblioteche specializzate e di biblioteche comunali nelle diverse province del Regno.

Read more

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.