Giacomo Argento

Nasce a Gioia il 18 gennaio 1878 e muore a Gioia il 2 marzo 1951. Lo strumento che suona è il Trombone solista.  Figlio d’arte, in quanto il padre Francesco  è stato musicante della banda di Gioia ( basso tuba ) ed è padre del direttore d’orchestra Pietro. Poiché mostra subito talento musicale il padre […]

Print Friendly

2016-04-26 18.12.45Nasce a Gioia il 18 gennaio 1878 e muore a Gioia il 2 marzo 1951.

Lo strumento che suona è il Trombone solista. 

Figlio d’arte, in quanto il padre Francesco  è stato musicante della banda di Gioia ( basso tuba ) ed è padre del direttore d’orchestra Pietro.

Poiché mostra subito talento musicale il padre lo avvia sin da giovane allo studio della musica.  Frequenta a Gioia una  scuola musicale ed è allievo dei maestri della banda Raffaele Breazzano e Giuseppe Chiaia. Frequenta  il Conservatorio S. Pietro  a  Maiella  a  Napoli  dove  si  diploma sotto la guida del maestro Camillo De Nardis. 

Giacomo Argento è stato il miglior flicorno tenore che la banda di Gioia del Colle abbia mai avuto. Guida la banda gioiese nel 1919 in qualità  di capobanda o Vice Maestro.

Insieme a Raffaele Chiaia è stato l’artefice dei brillanti risultati che la Banda di Gioia ha riscosso su tutte le piazze d’Italia.

Fino al 1931 ha  fatto  parte della banda di Gioia e,  tra gli altri concerti, ha partecipato alla vittoria del concorso di Venezia nel 1924, ai Littoriali a Bologna nel 1928, al concorso nazionale del Dopolavoro a Roma nel 1929.

Negli anni seguenti, con l’ausilio della borsa di  studio del Legato Favale, avvierà  negli studi musicali il figlio   Pietro, il quale si affermerà come direttore d’orchestra.  

Il 1938, al termine della sua carriera concertistica si dedica all’insegnamento: dapprima  nella locale scuola musicale  e successivamente al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari. I suoi allievi hanno suonato  nelle più grandi orchestre italiane e straniere.                

Ha  composto alcune opere, tra le quali una Marcia  e Gioventù in marcia.

Al  suo nome è stato intitolato il secondo  Concerto musicale gioiese ed un Circolo musicale che riunisce bandisti ed estimatori della banda musicale.

Anche l’Amministrazione comunale di Gioia, a ricordo della sua dedizione e professionalità nell’arte bandistica e del fatto che ha portato in alto il nome del nostro Comune in tutta Italia con il glorioso Concerto musicale locale, esempio da additare alle future generazioni, ha intitolato una strada cittadina a Giacomo Argento.  

© E’ consentito l’utilizzo del contenuto di questo articolo per soli fini non commerciali, citando la fonte e il nome dell’autore.                          

Print Friendly

29 maggio 2016

  • Scuola di Politica

Inserisci qui il tuo Commento

Fai conoscere alla comunità la tua opinione per il post appena letto...

Per inserire un nuovo commento devi effettuare il Connettiti

- Attenzione : Per inserire commenti devi necessariamente essere registrato, se non lo sei la procedura di LOGIN ti consente di poter effettuare la registrazione istantanea.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.