Convegno “Benessere della pelle per vivere in salute” – Relazione del Dott. Giovanni Losurdo

Organizzato dal Circolo Unione di Gioia del Colle e dall'AIMEF – Associazione Italiana Medici di Famiglia – Italian Academy of Family Physicians, si è svolto sabato 16 giugno 2007, il convegno medico : "Benessere della pelle per vivere in salute". Relatori il Dott. Giovanni Losurdo – Medico di Famiglia – Specialista in Chirurgia d'Urgenza e […]

Print Friendly

Piramide della SaluteOrganizzato dal Circolo Unione di Gioia del Colle e dall'AIMEF – Associazione Italiana Medici di Famiglia – Italian Academy of Family Physicians, si è svolto sabato 16 giugno 2007, il convegno medico : "Benessere della pelle per vivere in salute".

Relatori il Dott. Giovanni Losurdo – Medico di Famiglia – Specialista in Chirurgia d'Urgenza e Pronto Soccorso ed il Dott. Antonio Pugliese – Medico di Famiglia – Specialista in Dermatologia e Venereologia

Riportiamo, in sintesi, l'intervento del Dott. Giovanni Losurdo.

Obiettivo di questo primo incontro e di altri che seguiranno, è valorizzare il rapporto Medico – Paziente tramite una corretta informazione per meglio perseguire  l'obiettivo principale della Medicina : curare la persona e soprattutto preservare il suo stato di SALUTE.

Secondo il WORLD HEALTH ORGANIZATION (Organizzazione Mondiale per la Salute) l'equità nella salute resta un obiettivo importante per i sistemi sanitari.

Nei paesi a reddito basso … le cure primarie sono spesso utilizzate come strategia complessiva sia per incrementare i servizi offerti che per migliorarne l'accessibilità.

I contesti nei quali i Medici di Famiglia lavorano sono molto diversi, ma i principi fondanti devono essere sempre applicati.

Il sistema sanitario basato su una Medicina Generale di alta qualità rappresenta il modello ideale di  sistema sanitario capace di condurre ai migliori  risultati in termini di salute ed efficienza economica.

PROMOZIONE DELLA SALUTE E PREVENZIONE  NELLA MEDICINA DI FAMIGLIA

Il Pianeta Salute viene visto come una piramide suddivisa in 4 fasce :

  1. Assenza di malattia e pazienti a rischio (livello più basso) riguarda il campo della medicina preventiva.
  2. Pazienti sintomatici, con esordio di malattia e malati cronici (assistenza sul territorio)
  3. Pazienti che richiedono visite specialistiche
  4. Pazienti che richiedono ospedalizzazione (livello più alto)

I primi due livelli sono di competenza dei medici di base, il terzo degli ambulatori specialistici, il quarto dell'ospedale.

Il Medico di Famiglia gioca quindi un ruolo determinante nell'educazione sanitaria del paziente; per fare questo il Medico deve essere sensibilizzato e formato ( studi Universitari + specializzazioni) SAPERE, SAPER FARE e SAPER ESSERE.

Sanità Pubblica e PrevenzioneOccorre sensibilizzare gli operatori sanitari (infermieri, amministrativi, religiosi..) e i politici ad  incanalare risorse economiche verso la prevenzione e l'educazione sanitaria oltre che per  la cura farà si che la PROMOZIONE DELLA SALUTE renda più efficace l'ASSISTENZA SANITARIA.

Saper comunicare con i pazienti è per il Medico un DOVERE MORALE; il Medico rappresenta un elemento fondamentale nel piano di cura. La sua capacità empatica ( di essere vicino al paziente ) permette di accettare la diagnosi, ridurre le paure e l'angoscia, di aumentare la collaborazione per portare a termine il programma terapeutico proposto (Counselling).

Egli deve saper spendere del tempo per comunicare al paziente l'importanza di una buona prevenzione e di una diagnosi precoce; anteporre la conoscenza come prima fase della prevenzione dei tumori cutanei ci sembra determinante per attuare qualsiasi programma di prevenzione reale sul territorio.

Si deve utilizzare un linguaggio adatto al livello culturale del paziente SEMPLICE e CHIARO. Tutta la comunicazione e la relazione deve essere improntata da elementi di speranza che bilanciano l'effetto negativo della diagnosi.

"Il sole risplende per tutti "  scrive Petronio

E senza di esso non ci sarebbe vita, però l'aumento dell'età media della popolazione e l'incremento dei comportamenti a rischio nell'esposizione alla luce solare porta ad una crescita dei tumori cutanei.

Dott. Giovanni Losurdo

Print Friendly

7 luglio 2007

  • Scuola di Politica

Inserisci qui il tuo Commento

Fai conoscere alla comunità la tua opinione per il post appena letto...

Per inserire un nuovo commento devi effettuare il Connettiti

- Attenzione : Per inserire commenti devi necessariamente essere registrato, se non lo sei la procedura di LOGIN ti consente di poter effettuare la registrazione istantanea.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.