Parte la IV Edizione de ” Le Porte dell’Imperatore “

I ' Frammenti dell'Imperatore ', che erano stati riportati su vessilli di stoffa  e avevano arricchito il Centro Storico di Gioia nell'estate scorsa, stanno per trovare collocazione nella loro versione originale  tra le vie del borgo degli Schiavoni o borgo degli Albanesi. In questo modo andranno ad arricchire il Centro Storico e a renderlo più vivo con l'arrivo di nuovi turisti.

Frutto dell'inventiva di giovani artisti, che avevano risposto entusiaticamente al concorso voluto dall'Associazione artistico- culturale Artensione ( vedi Frammenti dell'Imperatore su questo sito ) ha prodotto numerose tavolette pittoriche legate alla figura e al mondo  di Federico II di Svevia.

L'iniziativa è stata resa possibile grazie all'apporto  dell'Associazione culturale Meridiana Onlus e troverà la sua realizzazione il giorno 22 giugno 2017.

Continua la Lettura

Giornata della Memoria 2017

In occasione della Giornata della Memoria, l’ U.T.E ., Università della Terza Età e del Tempo Libero di Gioia del Colle, con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Gioia del Colle e di concerto con il Teatro Comunale Rossini,   venerdì 27 gennaio 2017 alle ore 21.00 presenta

               MILLE PAPAVERI ROSSI… 
musica e parole per ricordare
ideazione e regia Maurizio Vacca.

Un viaggio tra musica e parole per ricordare non solo l'eccidio degli ebrei ma tutte quelle situazioni perpetrate nel tempo e che ancora oggi sono una macchia per l'umanità.

La corale U.T.E. diretta dal maestro Francesco Lorusso ci guiderà in un viaggio nella memoria. In scena, oltre il coro, al pianoforte il maestro Daniela Mastrandrea e al flauto il maestro Titti dell'Orco. E’ prevista  la partecipazione straordinaria di Ugo Maurino e Maurizio Vacca.

L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria da effettuarsi presso il botteghino del Teatro.

Continua la Lettura

Vito Osvaldo Angelillo

vito-osvaldoNasce a Gioia del Colle il 12 febbraio del 1965.

Dopo aver completato gli studi medi si iscrive al Liceo classico di Gioia, spinto dall’amore per  la lettura dei classici, che studia con avidità.  Sembra uno studente fuori del suo tempo, attratto dalla poesia e dalle letture.  Il suo amore per i classici  lo porta, già  a sedici anni, a comporre  su un quadernone la sua prima opera.   

Si trasferisce al liceo scientifico statale “R. Canudo”, dove consegue la maturità, mostrando un’elevata attitudine verso la scrittura e la lettura. Questo suo essere lo porta ad essere considerato introverso e incompreso dai suoi compagni di classe, quasi un diverso rispetto ai suoi compagni.

La sua passione per tutte le arti lo porta a studiare  grafica e fotografia e per questo frequenta  l’Istituto Professionale Statale “Lentini” di Mottola, dove consegue la specializzazione di grafico pubblicitario.

Continua la Lettura

I paròle de tatarànne, supplemento

16 novembre 2016 Autore:  
Categorie: Associazioni, Comunicati, Storia

parole-de-tataranneLa Pro Loco ' Antonio Donvito ' di Gioia del Colle giovedì 24 novembre 2016 ale ore 18,00 nel chiostro del palazzo comunale di Gioia del Colle presenterà il supplemento a  ' I paròle de tatarànne ' del compinto prof. Pino Romano.

Il supplemento è frutto delle ultime ricerche del prof. Romano, effettuate subito dopo la pubblicazione del primo volume sul vernacolo gioiese.

L'incontro, a cura di Gianfranco Amatulli, presidente della Pro Loco, nonché cognato dello studioso, è organizzato con la collaborazione tecnica  di Francesco Grandieri.

Alla presentazione interverranno:

il prof. Trifone Gargano, docente della facoltà di Lettere dell'Università di Foggia,

gli alunni della Scuola primaria dell'Istituto comprensivo  ' Losapio- San Filippo Neri ' di Gioia del Colle, con recitazione e canti nel dialetto gioiese.

La cittadinanza è invitata.

 

Inaugurazione XV° Anno Accademico Università Della Terza Età di Gioia

23 ottobre 2016 Autore:  
Categorie: Associazioni, Comunicati

universitaIl 27 ottobre 2016 l'Università della Terza Età e del Tempo Libero, Centro Stidi e ricerca, di Gioia del Colle inaugurerà il suo XV° Anno Accademico.

L'evento sarà realizzato nel Chiostro del Comune di Gioia del Colle a partire dalle ore 17,30.

Il programma della serata prevede:

l'intervento dello scrittore-giornalista Lino Patruno, il quale parlerà delle potenzilità del nostro ingiustamente bistrattato Sud, facendo riferimento al suo libro Il meglio Sud, attraverso il deserto, superare il divario,

l'inaugurazione di una Mostra fotografica, a cura del Laboratorio fotografico dell'U.T.E.,

l'esibizione  del Quartetto d'Archi Four Roses.

Seguirà un brindisi finale.

Alla inaugurazione sono invitati non solo i corsisti dell'U.T.E, ma anche tutti i cittadini interessati ad ascoltare la voce e la testimonianza di un nostro corregionale a riguardo di un  Sud produttivo ed espressione di eccellenze in diversi campi.

Continua la Lettura

I Lariulà

lariulaUn’altra eccellenza gioiese, in campo culturale e meritevole di menzione, per il pregevole sforzo che profonde  nel recupero delle tradizioni popolari della nostra gente, è costituita da gruppo folk I Lariulà.

Seguiamo dalle parole di uno dei cofondatori, presidente  e componente del quintetto gioiese, Tommaso Lillo, la genesi e il successo di questo brillante gruppo musicale.

Durante l'organizzazione della notte di San Lorenzo del 2007, su richiesta del direttivo della Pro Loco di Gioia del Colle, venne chiesto ad alcuni coristi di accompagnare i canti tradizionali gioiesi e pugliesi che Leonardo “Ninnì” Flavio soleva intonare durante le sue esibizioni improvvisate nella sua bottega di parrucchiere nel quartiere di “Minz o larije” ( borgo storico avvolto intorno a Piazza XX Settembre ).

Tra i musicisti e cantanti che aderirono vi erano Teresa Benincasa, Adele e Giuseppe Tramacere

Continua la Lettura

Frammenti dall’Imperatore

LocandinaPorte LOC 1Ancora una volta il Centro storico di Gioia del Colle è tornato a rivivere e ad animarsi con una nuova edizione de Le Porte dell’Imperatore, una manifestazione artistico-culturale che ha visto la partecipazione di giovani ed adulti. Dopo la prima e la seconda edizione de Le Porte dell’Imperatore nel 2011 e nel 2012 si è passati quest’anno alla terza edizione, che ha avuto come sottotitolo Frammenti dall’Imperatore.

La manifestazione proposta e realizzata, come le precedenti, dall’Associazione  artistico-culturale Artensione e con il patrocinio del Comune di Gioia del Colle, si differenzia dalle altre non solo perché, oltre a vedere in azione artisti professionisti, ha coinvolto anche artisti in erba e dilettanti, ma anche per le modalità di attuazione della stessa.

Infatti la partecipazione diretta alla performance artistica era estesa a coloro che avessero compiuto 15 anni di età  e fossero in possesso di buone basi nel campo del disegno.

Era prevista una quota di partecipazione di € 10,00 per ogni concorrente, il cui ricavato sarebbe servito per l’acquisto di due tavolette in legno per ogni partecipante, delle dimensioni di cm. 20×30, e per il restauro o manutenzione delle Porte dell’Imperatore. A carico dei partecipanti sarebbe stato l’acquisto dell’occorrente per disegnare e dipingere. Il tema da disegnare riguardava un immagine del mondo medievale o comunque  collegata alle vicende della vita di Federico II, della sua corte e del suo variegato mondo, costellato da principesse, dame, cavalieri, scrittori, poeti, cortigiane, falconi, medici, guerrieri.

Continua la Lettura

Il Museo di Angelo Pavoncelli

PavoncelliIn una rientranza del Centro storico di Gioia, in via Michele Petrera  n. 44 si trova  una Porta dell’Imperatore denominata “ Il volo di Federico “, dipinta  nel 2012, con un’atmosfera surreale, dal pittore gioiese  Mario Lozito.

Aprendo questa porta, però, si entra in un mondo reale, che per le giovani generazioni potrebbe avere qualcosa di surreale, ma che per chi è più avanti negli anni è quanto mai  reale e ci rimanda al passato: è un Museo particolarissimo, è la rievocazione di alcune nostre tradizioni che un nostro concittadino e proprietario della struttura edilizia, Angelo Pavoncelli, innamorato della sua e della nostra Gioia del Colle, con passione certosina e con tenacia e sacrificio ha voluto recuperare nel corso si qualche decennio; si tratta di  oggetti e materiali appartenenti alla nostra civiltà contadina, insieme ad altri oggetti tipici della nostra civiltà pre-industriale ed industriale.

Continua la Lettura

La treccia di fior di latte più lunga del mondo

TrecciaIl 14 luglio 2007  Gioia ha  vissuto una giornata indimenticabile.

I produttori della rinomata mozzarella Fior di latte gioiese qualche mese prima di quella data avevano pensato di tentare di azzerare il record detenuto dal Comune di Sala Consilina, città in provincia di Salerno, che qualche anno prima aveva prodotto una treccia di  latte di bufala della lunghezza di mt. 45.

La sfida che Gioia del Colle aveva deciso di lanciare, grazie ad una cordata di imprenditori locali del settore caseario capitanata da Pinuccio Capurso, titolare dell'omonimo caseificio Capurso, era quella di battere quel record detenuto dal Comune di Sala Consilina e produrre una treccia di fior di latte della lunghezza di mt. 100 in modo da realizzare il nuovo Guinness world record " La treccia più lunga del mondo ".

Continua la Lettura

Il Palio delle Botti

PalioAnche se ai diversi ingressi nella città di Gioia circa 20 anni fa furono posti sei segnali turistici con la scritta: Gioia del Colle,città federiciana del vino primitivo e della mozzarella,  non tutti, neppure molti gioiesi,  sanno che Gioia del Colle è la  patria del vino primitivo. Quando si parla di primitivo pugliese la mente corre subito a Manduria, paese a circa 95 Km da Gioia in provincia di Taranto, assurto agli onori delle cronache per essere produttore affermato del prezioso nettare.

Ad onor  del vero spetta al canonico gioiese Francesco Filippo  Indellicati ( 1767- 1831 ) il merito di aver impiantato  a Gioia  il primo vitigno di primitivo alla fine del ‘700, anche se si suppone che già nei secoli VIII-III a. C. nel territorio nei dintorni di Gioia si producesse vino, come farebbe pensare il ritrovamento di numerosi contenitori in argilla, ritrovati nell’antico sito peuceta di Monte Sannace  a 5 Km. da Gioia, destinati a contenere vino.

Per chi volesse maggiori informazioni sul primitivo di Gioia è possibile consultare su questo sito il post: www.gioiadelcolle.info/cantina-polvanera/.

Per  riscoprire e valorizzare le tradizioni e i prodotti di eccellenza del nostro paese, grazie ad un’idea di Claudio Santorelli, in collaborazione con il laboratorio di idee ‘ Il Faro ‘ e di Gioia del Colle Joha il 27 agosto 2016 si è tenuta la prima edizione del ‘ Palio delle Botti ‘ Trofeo  ‘ Città del primitivo ‘.

Continua la Lettura

Pagina successiva »

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.