Halloween. Dolcetto o scherzetto? Risponde un anziano

31 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Attualità

halloween* (traduz. Oh giovanotto, che bussi alla mia porta a tarda ora per questa festa della zucca, rischi davvero di avere un bello schiaffone, altro che i dolcetti!)

Torna puntuale, come ogni anno filoanglosassone che si rispetti, la festa di Halloween. E nell'ultima notte d'ottobre, suole aggirarsi uno spettro che, da tempi immani, aleggia in tutta Europa, al grido di "Nottambuli di tutto il mondo unitevi!". No, non è una corrente di sinistra, riconducibile al protomarxismo, come molti di voi avranno immaginato; si tratta bensì, del rituale pagano, legato ai suddetti festeggiamenti. Continua la Lettura

I luoghi rurali del brigantaggio gioiese: tappe d’una controversa pagina di storia locale

9 giugno 2007 Autore:  
Categorie: Storia, Territorio & Ambiente

Il Sergente Pasquale Domenico RomanoLa ricchezza artistica, naturalistica e storica del territorio pugliese ha permesso di creare tanti variegati percorsi tematici locali, ognuno dei quali è contrassegnato dalle peculiarità emblematiche del territorio in questione. Grotte, mare e trulli nel sud-est barese, archeologia e tipicità enogastronomiche nei due istituendi parchi dell'Alta murgia e delle Gravine.

Ma proprio l'area che funge da vero e proprio "cuscinetto naturale" fra i suddetti parchi, l'agro meridionale di Gioia del Colle, potrebbe potenzialmente divenire il baricentro di un itinerario tematico, che tenga conto di uno straordinario e complesso patrimonio intangibile, appartenente alla storia locale e nazionale del XIX secolo.

Parliamo del brigantaggio pugliese, che proprio sulla Murgia ha vissuto le pagine più ricche di vivide testimonianze, su quanto intricata e conflittuale fosse la condizione, in cui versava il tessuto sociale locale, negli anni successivi all'Unità d'Italia. Nella fattispecie, a Gioia del Colle, aleggiano ancora oggi nei racconti degli anziani, le gesta di uno dei briganti più temuti dell'epoca, il sergente Pasquale Domenico Romano ed assieme alle vicende che lo hanno visto protagonista, un notevole spazio nella tradizione orale è stato occupato dai luoghi rurali, in cui questi crocchi di banditi tanto temuti all'epoca, lasciarono segni intramontabili, d'oscura ed ambigua conflittualità locale.

Continua la Lettura

La Murgia sud-occidentale: La varietà  del paesaggio e le testimonianze archeologiche delle civiltà  apulo-lucane

Esempio di gravina della MurgiaS'inquadra spesso la Puglia come una regione "a trazione costiera", in cui a risaltare è soprattutto il litorale marino, che concentra su di sé buona parte della popolazione regionale, delle attività economiche trainanti e delle attrattive turistiche. Ma c'è un'altra Puglia, più nascosta, più silenziosa, più lontana dai grossi centri abitati e dalle vie di comunicazione più caotiche; è quell'entroterra pietroso, collinare, a tratti grigio e brullo, a tratti verde e rigoglioso, testimone emblematico della ricchezza e della povertà di risorse idriche, fattore peculiare per una regione storicamente assetata come la Puglia.

La Murgia è troppo vasta e complessa per essere abbracciata con una sola rapida panoramica; tante le sfaccettature ambientali che la diversificano da Canosa di Puglia a Ceglie Messapica, o da Spinazzola a Locorotondo, giusto per citare alcuni comuni posti a presidio dell'altopiano carsico summenzionato.

Continua la Lettura

Montursi: un agro tutto da scoprire (seconda parte)

MontursiLa popolazione rurale dell'agro di Montursi sfiora le 700 unità, disseminata negli insediamenti agricoli prospicienti i territori limitrofi di Santeramo, Castellaneta e Laterza. Negli ultimi anni il tasso di natalità è sensibilmente cresciuto, fra la popolazione rurale, determinando un trend positivo nel rapporto natalità/mortalità, rispetto a periodi di crolli vertiginosi della popolazione residente in pianta stabile in campagna, come il periodo compreso fra gli anni ‘70 e gli anni '80, quando a seguito del processo mondiale d'industrializzazione, si verificò un'impetuosa migrazione verso l'abitato urbano. La speranza di vita s'attesta sulle età standard, con picchi d'individui alle soglie dell'età centenaria, rintracciabile specie fra le persone di sesso femminile. Continua la Lettura

Montursi: un agro tutto da scoprire (Prima Parte)

MontursiIn questi ultimi quattro anni, grazie all'impegno di pochi volontari del posto (spesso confusi con chi si limita solo a sbandierare un'etichetta fumosa ed inconsistente), il programma della festa del prossimo I° Maggio è stato certamente potenziato, al fine soprattutto di rilanciare l'identità di questo territorio e permettere che l'evento sia più ricco d'attrattive. S'intende porre l'accento, in particolare, sulle vocazioni peculiari dei dintorni murgiani, con particolare attenzione verso l'epoca passata e quella presente del variegato mondo agricolo, a cui l'intera società locale è ancora molto legata; è ben ravvisabile l'influenza dell'operato umano sul paesaggio agrario e la capacità di modificarne l'aspetto. Continua la Lettura

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.