Halloween. Dolcetto o scherzetto? Risponde un anziano

31 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Attualità

halloween* (traduz. Oh giovanotto, che bussi alla mia porta a tarda ora per questa festa della zucca, rischi davvero di avere un bello schiaffone, altro che i dolcetti!)

Torna puntuale, come ogni anno filoanglosassone che si rispetti, la festa di Halloween. E nell'ultima notte d'ottobre, suole aggirarsi uno spettro che, da tempi immani, aleggia in tutta Europa, al grido di "Nottambuli di tutto il mondo unitevi!". No, non è una corrente di sinistra, riconducibile al protomarxismo, come molti di voi avranno immaginato; si tratta bensì, del rituale pagano, legato ai suddetti festeggiamenti. Continua la Lettura

Vito Svelto

29 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Storia

Vito SveltoFratello maggiore del prof. Orazio Svelto, di cui è più anziano di due anni, nasce a Gioia del Colle il 19 agosto 1934. Dopo aver completato gli studi classici nel nostro paese si iscrive alla Facoltà di Ingegneria Elettrotecnica del Politecnico di Milano. Si laurea con il massimo dei voti nel 1958, discutendo una tesi in Elettronica.

Appena laureato nel 1958 inizia la sua attività scientifica sotto la guida del prof. Emilio Gatti presso il C.I.S.E. di Milano, un laboratorio di ricerca sorto qualche anno prima, con lo scopo di sviluppare studi nel campo delle applicazioni pacifiche dell'energia nucleare.

Negli anni 1959 e 1960,  essendo risultato vincitore di una borsa di ricerca della Pirelli, si trasferisce negli Stati Uniti.

Lavora a New York presso il Brookhaven National Laboratory, in collaborazione con i più famosi scienziati del tempo.

Conclusa l'esperienza americana torna a Milano, dove lavora presso il C.I.S.E. come ricercatore  nel settore della strumentazione elettronica e dei rilevatori di radiazione. Si segnala soprattutto per gli studi che attengono alle misure di intervalli di tempo molto brevi, i cui risultati lo portano a socializzare le sue scoperte in convegni internazionali di alto livello, a Parigi, a Vienna, a Strasburgo, a Belgrado…

Continua la Lettura

Fra’ Serafino – Il sorriso del creatore

Fra Serafino Melchiorre - Stefania Severi - Giuseppe CetolaDedicata a Fra' Serafino Melchiorre, eletto socio benemerito del Circolo Unione per "essersi particolarmente distinto a livello nazionale e internazionale con la sua arte eclettica e versatile, conferendo lustro alla città", una conferenza di pregio per ricordare quanto la semplicità possa offrire in dono alla "Liturgia dell'Arte", attraverso un dialogo "serrato", di estrema sintesi nei contenuti, sorretto da un perfetto ed istintivo equilibrio geometrico, costruito su linee e tonalità catartiche e rasserenanti, pervase di tenerezza verso l'Umanità.

Stefania Severi, direttrice di "Roma Cultura", segretaria di redazione di "Lazio Ieri e Oggi", illustre storico e critico d'Arte, curatrice di numerosissime mostre d'Arte Sacra, nel "leggere" e decodificare con appassionata competenza il messaggio teologico e artistico del frate, seduce i presenti

Continua la Lettura

Catturare una Stella – Cronaca di un amore vero

26 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Eventi & Tempo Libero

Una storia vera, capace di catturare la coscienza del lettore sin dalleprime pagine, in cui l'abile minuziosità con cui sono descritti episodi, emozioni, sentimenti, concretizzano l'evento a tal punto che pare diriviverlo nel magico momento della lettura stessa: con Sandro ed Anna protagonisti di un amore senza tempo, senza luogo, senza spazio, infinito".Pasquale Luongo da Praia a Mare, docente per professione e scrittore perpassione, è un giornalista-pubblicista con numerose pubblicazioni alle spalle, con le quali ha dato fondo a tutta la propria passione per la filosofia, la politica e la storia delle idee: la lunga militanza politica, l'impegno come educatore nel sociale – privilegiando sempre il rapporto coni giovani – l'attenzione posta ai temi socio culturali, sono alcuni deitratti caratteristici dell'azione civile dell'autore. "Le nuove generazioni sono state e sono per lui fonte di energia creativa: l'attuale cronaca èsolo un momento del suo indagare il passato ed anche le vicende familiaricon l'occhio disincantato di chi conosce la < furbizia della storia. Luongo ha voluto trasferire in queste pagine una piccola scintilla di veritàrelativamente ad una vicenda realmente verificatasi e che lo ha coinvoltoumanamente" Giovanni Celico,

Continua la Lettura

Presentazione del saggio “Il Cibo dei Morti” di Bianca Tragni

Università della Terza EtàNell'ambito della sua rassegna "Scrittori in città" l'UNIVERSITA' della Terza età e del tempo libero ha il piacere di invitarLa alla presentazione del saggio di Bianca TRAGNI Preside Giornalista Scrittrice – Il CIBO dei MORTI – che si terrà Sabato 27 Ottobre 2007  — Ore 18 – nella Aula Magna del Liceo Classico "P.V.Marone" Introduce : Letizia  Salvatorelli Guida. Sarà presente l'Autrice.

"La sera di Ognissanti si lasciava la tavola imbandita con pane, vino, acqua e qualche altra pietanza familiare. Era una devozione verso i santi e verso defunti. Infatti si credeva che dal mezzodì del 1°novembre al mezzodì del 2 novembre, i morti uscissero in processione in paese….ancora oggi resiste l'usanza di portar cibo a casa del defunto, dopo la sepoltura, per il consolo dei parenti…….

In un saggio con lo stile del racconto e del reportage giornalistico, l'Autrice partendo dai ricordi e dalle esperienze personali, risale alle tradizioni popolari di tutt'Italia,

Continua la Lettura

Uno dei migliori Jazz Club a livello internazionale a Gioia all’Ueffilo

25 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Eventi & Tempo Libero

Il famoso Jazzista Lino PatrunoTre anni fa respirammo, al suo esordio, l'atmosfera di ‘Ueffilo, ne "saggiammo" le potenzialità, ci stringemmo intorno al suo "progettista", Filippo Cazzolla, ritrovatosi suo malgrado, solitario imprenditore, alle prese con imprevedibili problematiche di gestione. Da sommelier, scenografo e musicista per formazione a ristoratore ed impresario, in un momento gravato da problemi di salute familiari e dal venir meno di un'indispensabile collaborazione gestionale… Un percorso in salita irto di ostacoli che ha temprato Filippo, ma il disincanto non ha spento il suo entusiasmo ed oggi ‘Ueffilo, Jazz Club rinomato a livello internazionale, braceria, creperia, spaghetteria e pizzeria, nelle sue "segrete" in carparo ed in un giardino da fiaba, "in doppio set" (9,30/11,00) ha ospitato concerti "da brivido"

Continua la Lettura

“Nonn’è vère… ma seccéte”

24 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Eventi & Tempo Libero

“Nonn’è vère… ma seccéte”Nell'ambito della rassegna di cultura e spettacolo "(in) controluce … ovvero quando un "teatro leggero" diventa un alt(r)o teatro", organizzata dall'Associazione Autonoma di Solidarietà , sabato 27 e domenica 28 ottobre 2007, alle ore 20.30, presso il Cine Teatro Sacro Cuore, l'Associazione Culturale Antares di Bari, presenta "Nonn'è vère… ma seccéte", Commedia in due atti di e per la regia di Franco Blasi.

La commedia, un vero fiore all'occhiello del teatro in vernacolo, ha aperto la rassegna "SUD" della stagione teatrale 2006-2007, facendo sorridere e divertire, pur rappresentando una storia di ordinaria quotidianità familiare tra i vicoli di Bari Vecchia.

Continua la Lettura

“Vado a prendere un caffé da solo” di Angelo Nardelli

23 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Eventi & Tempo Libero

Angelo Nardelli autore del libro “Vado a prendere un caffé da solo”Recta Civitas, Unitalsi e A.So.Tu.Dis.  presentano "Vado a prendere un caffé da solo"

Angelo Nardelli

"…Ognuno di noi interseca il proprio mondo con quello degli altri, ed è una fortuna perchè, allontanandoti dalla solitudine, questo mette la museruola alla vera belva umana, quella che ti mangia dentro, al silenzio dei tuoi pensieri…". Un silenzio che Angelo Nardelli sconfigge dialogando con i lettori di "Vado a prendere un caffé da solo", sua prima, toccante, autobiografica opera. Se incontrare Angelo, i suoi "angeli", conoscere attraverso un video i suoi amici, la sua Casa Famiglia di Barletta, incrociare il suo sguardo solo in apparenza schivo, è di per sé un magico "intersecare" universi inesplorati, luoghi in cui si può "toccare l'amore e il corpo di Gesù", leggere il suo libro è attraversare un guado per approdarvi. Continua la Lettura

Considerazioni di un gioiese in Valtellina

22 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Gioiesi nel Mondo

Francesco RestaChe la Valtellina sia una terra un po' particolare ce lo fa capire il suo fiume, l'Adda, perché le sue acque vanno all' insù, infatti scorrono in senso contrario a quelle del Po', fiume dove si getta;  in Valtellina piove quando a Gioia splende il sole e in alta valle la benzina costa la metà.

Sono andato via da Gioia nel dicembre del 1988 e il motivo preciso non lo so nemmeno io. Dopo gli studi universitari in Scienze Agrarie ho frequentato a Gioia uno studio di agronomo, senza molta convinzione, e ho subito pensato che l'unica scelta che mi rimaneva era quella dell'insegnamento. In Puglia le graduatorie erano stracolme, perciò ho preso la mia valigetta e sono andato a finire in una scuola media di Predazzo, dove ho conosciuto una collega bolognese, Continua la Lettura

Mario Rosini “si fa in due”: in teatro con Giancarlo Giannini e in musica con il nuovo singolo

21 ottobre 2007 Autore:  
Categorie: Eventi & Tempo Libero

Giancaro GianniniMario Rosini nell'Olimpo del Jazz grazie a tre importanti eventi che lo vedranno impegnato nei prossimi mesi e che aggiungono nuove perle preziose ad una carriera già ricca di successi. Un passo avanti e allo stesso tempo un ritorno al suo primo amore, che conferma il talento indiscusso del cantante gioiese come jazzista. Il primo appuntamento in ordine di tempo sarà il 2 ottobre al Blue Note di Milano, il jazz club più prestigioso d'Italia, sul cui palco si sono alternati grossi nomi internazionali, a dimostrazione del valore di Rosini e della sua indubbia qualità artistica emersa anche dall'ultimo album "Be my love", un CD interamente di musica Jazz nel quale Mario Rosini con il solo pianoforte mette a fuoco e comunica una tecnica espressiva e interpretativa veramente non comune. Nel disco infatti sono proposti alcuni dei brani mondiali più celebri con grande sensibilità passando da mirabili virtuosismi tecnici, come nel brano di Miles Davis "All Blues" o quello di Dizzy Gillespie e Charlie Parker "Groovin'high",

Continua la Lettura

Pagina successiva »

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.